POLITICA DELL’ACCOGLIENZA?

gennaio 11, 2016 in ARTICOLI

 

immigrati

Ma perché nessuno pone una domanda elementare e banalmente rivelatrice del senso di tutto quanto sta accadendo tra Africa e Europa in questo momento?

Domanda: “Come mai tutti i governi d’Europa, compresi quelli più conservatori, spingono per la “politica dell’accoglienza”? Come è possibile visto che è una politica che non ha mai portato voti e oggi meno che mai dopo le vicende di Parigi?”

Nel recente passato, cioè fino ad un annetto fa, nemmeno un governo di sinistra avrebbe mai spinto tanto per una “politica dell’accoglienza” senza se e senza ma, propagandandola sui maggiori organi di informazione, condannandosi al suicidio elettorale. Ora è cambiato qualcosa. I bambini morti? Ne muoiono continuamente da almeno dieci anni sulle barche della speranza. Ma certo, nessuno li aveva mai fotografati, nessuno aveva mai intervistato i genitori e nessuno aveva trasmesso le immagini e le interviste su tutti i telegiornali. Quindi è una questione di riflettori spenti o accesi. Quando si tengono spenti i riflettori, quando si accendono e perché?

Leggi il resto di questa voce →

25 APRILE 2015 ?

aprile 25, 2015 in ARTICOLI

Pasolini LiberazioneIl 25 aprile 1945 l’Italia si libera. Purtroppo quella libertà sarà vera ed autentica solo per alcuni anni, poi subito è ricominciato il lavoro di ricostituzione di mille catene e di attacco alla stessa Costituzione. Dapprima ignorandola, disattendendola in ogni modo possibile. Poi nella così detta “seconda repubblica” siamo arrivati addirittura alle picconate, agli attacchi, alle demolizioni plateali, che perdurano fino ad oggi. Oggi che non si capisce nemmeno più in che edizione della vita repubblicana ci troviamo. Il 25 aprile del 1945 l’Italia era libera, ma nel 2015?

Leggi il resto di questa voce →

C’E’ TROPPO SILENZIO!

marzo 8, 2015 in ARTICOLI

Borsellino: Di Matteo, dovere di cercare verità a ogni costo

Torino, sabato 7 marzo, ore 20,30. E’ terminato da poco, presso il Centro Congressi Santo Volto, l’incontro organizzato dalle Agende Rosse torinesi “Gruppo Paolo Borsellino”. L’incontro era intitolato: “La Lotta alla Mafia… un movimento culturale e morale”. Sono intervenuti: Paolo Borsellino, Sabina Guzzanti, Marco Travaglio ed il sindaco di Messina Renato Accorinti. Su tutti si sentiva straordinariamente l’energia del più eccellente tra gli attuali combattenti in prima linea, nell’attuale fronte antimafia. Sto ovviamente parlando di Antonino Di Matteo. Forte era la sensazione della sua presenza malgrado l’assenza fisica per motivi di sicurezza, decisa a poche ore dall’inizio dell’incontro.

Leggi il resto di questa voce →

SAGGI o IGNAVI?

gennaio 17, 2015 in ARTICOLI

Dante_Alighieri_1Spesso (troppo spesso) si suppone che ad una saggia posizione d’equilibrio corrisponda una limitata esposizione di se stessi. Una grande prudenza nel mettere in gioco il proprio punto di vista o la propria azione. Spesso (troppo spesso) si confonde l’essere saggi con il farsi, silentemente e inattivamente, i fatti propri.

Dante Alighieri, che nel suo poema non destinò a se un posto in paradiso, chiamava “ignavi” chi si portava in tal modo, facendoli oggetto di tanto disprezzo da non ritenerli degni nemmeno dell’inferno. Perfino gli stessi dannati infernali, essendo gli ignavi “a Dio spiacenti e a’ nemici sui”, non desiderano mischiarsi alle “anime triste di coloro che visser sanza ‘nfamia e sanza lodo”.

Tra gli odierni “ignavi” ci sono anche quei conservatori borghesi, supposti di aria più progressista, spesso cultori di filosofie e religioni orientali. Purtroppo paiono conoscere e attuare molto superficialmente, malamente, tali filosofie, travisandole per lo più per filosofie dell’immobilità, dell’inazione, e dell’accentramento su se stessi.

Leggi il resto di questa voce →

1992 “LE STRAGI DELLA BELLEZZA” (In Italia ci sono “istituzioni” e “istituzioni”)

novembre 28, 2014 in ARTICOLI

Salvatore Borsellino

Giovedì 27 novembre, all’Auditorium del Majorana a Grugliasco, si è svolto un incontro con Piera Aiello e Salvatore Borsellino. All’inizio di uno dei fogli di presentazione della serata, consegnati all’entrata, c’era una frase di Albert Camus che recitava: ”Nel mondo vi è la bellezza e vi sono gli oppressi, per quanto difficile possa essere, io vorrei essere fedele ad entrambi”. Dopo aver ascoltato, ad inizio serata, la compagnia “Viartisti Teatro” precisare ed insistere nel dichiararsi una compagnia di teatro civile, ho capito meglio il senso in cui si è intesa utilizzare questa frase. Comunque appena letta ho sentito nascere in me un’obiezione, in quanto la frase suggerisce si possa anche essere fedeli alla bellezza essendo infedeli agli oppressi, e viceversa. Su questo non mi sarei trovato d’accordo prima dell’incontro, ma non mi ci trovo neanche dopo e a maggior ragione.

All’epoca delle stragi di Capaci e Via D’Amelio ero poco più che ventenne. Piansi lacrime amare di rabbia. Piansi lacrimoni, quando ascoltai Rosa Costa (vedova Schifani), parlare dal pulpito della chiesa durante il funerale per la strage di Capaci. Ho pianto tante volte guardando le interviste, i commenti, le testimonianze registrate di Falcone e Borsellino, tra le quali ce ne sono alcune che ancora oggi non posso ascoltare senza perdere il controllo di me stesso.  Leggi il resto di questa voce →

CRISTIANO BERTI “CICLI FUTILI: GAGGINI”

agosto 25, 2013 in ARTICOLI

Gaggini01Si tratta della nuova opera in progetto di Cristiano Berti, a cui è possibile contribuire economicamente (da 1 dollaro in su) cliccando qui. In questo modo anche con un solo dollaro chiunque sarà in grado di contribuire ad un’opera d’arte. (per contribuire)
È un lavoro che accosta l’immagine e la storia di una cava di marmo bianco, abbandonata da circa cento anni, sulle Alpi, e l’immagine e la storia di una fontana nella città dell’Avana.
La fontana, opera dello scultore Giuseppe Gaggini (Genova 1791 – Genova 1867), è detta de la India. Rappresenta una India in veste neoclassica, è stata realizzata tra il 1835 e il 1837, a Genova, e spedita per mare. Sulle pareti di marmo della cava c’è invece la firma dello stesso scultore, che nel 1836 otteneva la concessione delle cave della zona, diventandone imprenditore. La storia ha creato un legame inatteso tra questi luoghi così distanti tra loro.
Crisiano Berti per il suo progetto intende lavorare sulla loro immagine, congiuntamente ad una ricerca storica che possa ricostruire le vicende della cava, nonché della realizzazione, spedizione e messa in opera della scultura.
Nota bene: la raccolta fondi non è ad obbiettivo fisso (tutto o niente) ma è di tipo “flessibile”, quindi tutto ciò che viene donato viene girato al finanziamento del progetto – tolta una piccola commissione – a prescindere dal fatto che l’obiettivo finale sia raggiunto.  Leggi il resto di questa voce →

CRISTIANO BERTI

maggio 19, 2013 in ARTICOLI

“VERTIGINE DEL REALE”

“Vertigine del reale” è un catalogo della casa editrice Allemandi in cui sono raccolte le foto dei progetti, realizzati a partire dal 2001, dall’artista torinese Cristiano Berti. Le immagini sono accompagnate dai testi di commento di Luigi Fassi.
Cristiano Berti è come un archeologo del presente o del recente passato, alla ricerca di tracce utili ad una lettura profonda del reale. Leggi il resto di questa voce →

L’oNDA FUoRI

maggio 8, 2013 in ARTICOLI

Pare che una coltre di materia oscura opprima tutto e tutti. Ogni ideale, ogni meta sembra smontata. La direzione non appare essere altro che l’ignoto.
Eppure sotto la coltre le cose non sono immobili, anzi. A dispetto di quanto si possa vedere nelle molteplici vetrine imposte dall’alto, al di sotto non cessano di esistere e di proliferare un’innumerevole schiera di rivoltosi virus benefici. Essi non rinunciano a pensare, a distinguere, a pescare dal profondo verità più autentiche, che permettano di vivere e di dare un senso ad ogni respiro.

Leggi il resto di questa voce →

ALESSANDRO AMBROSOLI

maggio 7, 2013 in ARTICOLI

Ecco… digito: “Studi Trascendentali – Lazar Berman”.
Davvero una gran cosa YouTube! Ora ho anche il tappeto musicale adatto ad ispirarmi la presentazione di una grande persona ed artista, nonché un amico.
Era luglio, o agosto? Comunque era una di quelle caldissime sere d’estate in cui si sta seduti immobili, nell’attesa e nella speranza di qualche alito di vento. Mi trovavo insieme ad altri parcheggiato nel dehor del “Moschino”, il bar-ritrovo del comune amico Pierino a ridosso di Piazza Vittorio. Bevevo una freschissima acqua e menta, lui arrivò in motocicletta, con indosso il “chiodo”, si sedette al centro di una sorta di circolo di persone che si era spontaneamente formato. Cominciò a sparar fuori una serie di divertenti, simpatiche, ma anche stralunate demenzialità. In un primo momento addirittura dubitai si trattasse di qualcuno non completamente capace di intendere e di volere. Man mano si delineò poi la piacevole immagine di una persona estremamente energica, con un enorme senso dell’ironia, una grande comunicativa e con delle note di stravaganza ed anticonformismo, che hanno sempre un effetto decisivo su di me.

Leggi il resto di questa voce →

RASHID “S. p. A.”

giugno 21, 2012 in ARTICOLI

Cerea Mounsieur e Giuvinot! Madame e Madamine! Cum a l’è? ‘Nduma bin?
Mi presento a quei distratti e disinformati che ancora non mi conoscessero. Sono Rashid: agente nonché azionista della rinomata “Magrheb Collection S.p.A. & Co.”. La decennale ditta distributrice di raffinati gadget, oggettistica, abbigliamento e chi più ne ha più ne metta. Siamo attivi con tutti i nostri itineranti rivenditori (cioè io) in gran parte del centro storico di Torino: Piazza Vittorio, via Po, Piazza Castello, via Pietro Micca e zone limitrofe.

Leggi il resto di questa voce →