Francesco Partipilo 720degrees Work in Regress

maggio 29, 2013 in VIDEO

Videointervista con Francesco Partipilo, in occasione del concerto tenutosi alla “Sala Espace” di Torino il 16 maggio 2013

Prima parte

 

Seconda parte

CRISTIANO BERTI

maggio 19, 2013 in ARTICOLI

“VERTIGINE DEL REALE”

“Vertigine del reale” è un catalogo della casa editrice Allemandi in cui sono raccolte le foto dei progetti, realizzati a partire dal 2001, dall’artista torinese Cristiano Berti. Le immagini sono accompagnate dai testi di commento di Luigi Fassi.
Cristiano Berti è come un archeologo del presente o del recente passato, alla ricerca di tracce utili ad una lettura profonda del reale. Leggi il resto di questa voce →

L’oNDA FUoRI

maggio 8, 2013 in ARTICOLI

Pare che una coltre di materia oscura opprima tutto e tutti. Ogni ideale, ogni meta sembra smontata. La direzione non appare essere altro che l’ignoto.
Eppure sotto la coltre le cose non sono immobili, anzi. A dispetto di quanto si possa vedere nelle molteplici vetrine imposte dall’alto, al di sotto non cessano di esistere e di proliferare un’innumerevole schiera di rivoltosi virus benefici. Essi non rinunciano a pensare, a distinguere, a pescare dal profondo verità più autentiche, che permettano di vivere e di dare un senso ad ogni respiro.

Leggi il resto di questa voce →

ALESSANDRO AMBROSOLI

maggio 7, 2013 in ARTICOLI

Ecco… digito: “Studi Trascendentali – Lazar Berman”.
Davvero una gran cosa YouTube! Ora ho anche il tappeto musicale adatto ad ispirarmi la presentazione di una grande persona ed artista, nonché un amico.
Era luglio, o agosto? Comunque era una di quelle caldissime sere d’estate in cui si sta seduti immobili, nell’attesa e nella speranza di qualche alito di vento. Mi trovavo insieme ad altri parcheggiato nel dehor del “Moschino”, il bar-ritrovo del comune amico Pierino a ridosso di Piazza Vittorio. Bevevo una freschissima acqua e menta, lui arrivò in motocicletta, con indosso il “chiodo”, si sedette al centro di una sorta di circolo di persone che si era spontaneamente formato. Cominciò a sparar fuori una serie di divertenti, simpatiche, ma anche stralunate demenzialità. In un primo momento addirittura dubitai si trattasse di qualcuno non completamente capace di intendere e di volere. Man mano si delineò poi la piacevole immagine di una persona estremamente energica, con un enorme senso dell’ironia, una grande comunicativa e con delle note di stravaganza ed anticonformismo, che hanno sempre un effetto decisivo su di me.

Leggi il resto di questa voce →